Giovanni Piccoli

CASSA INTEGRAZIONE A VENETO STRADE

“La questione Veneto Strade è stata creata dal Governo e dal Governo va risolta immediatamente. Non ci sono davvero alternative se non la piena responsabilizzazione dell’Esecutivo su quanto sta avvenendo in provincia di Belluno. Non dimentichiamoci che stiamo parlando di quello stesso Governo che in questi giorni vuole sostenere con 97 milioni di euro la Ryder Cup di Golf”.

A dirlo è il senatore Giovanni Piccoli dopo l’annuncio dell’Amministratore delegato di Veneto Strade Silvano Vernizzi pronto ad attivare la cassa integrazione per 90 dei 260 dipendenti della società.

“L’epilogo di questi giorni dimostra che con la politica degli annunci non si va da nessuna parte ma soprattutto che la riforma Delrio è stata un fallimento: da un lato ha mantenuto le Province, dall’altro ha però tolto loro le risorse e quindi creato delle situazioni di corto circuito, se non di autentica implosione. Questo significa che Palazzo Piloni non ha i soldi per pagare Veneto Strade perché Roma ha tagliato tutto. La situazione è andata degenerando di anno in anno a suon di ultimatum e pressing, ora si è ufficialmente toccato il fondo”.

“La situazione è nota da tempo e puntualmente segnalata. Peccato che il Governo e il Pd locale abbiano preferito creare una realtà parallela fatta di annunci e poco altro”, sottolinea Piccoli. “Occorre quindi che sia il Governo a trovare una soluzione. Sabato sarà a Villa Patt con i sindaci: mi auguro davvero che stavolta si riesca a formulare una presa di posizione forte che non guardi in faccia i partiti amici”.