Giovanni Piccoli

PONTE SERVIZI – REPLICA ALL’AMMINISTRAZIONE

“Siamo alle solite: quando non si vuole entrare nel merito delle cose – approfondendo l’argomento e fornendo tutti gli elementi necessari per una chiara comprensione – si parla di tutto evocando chissà quali interessi e disegni inconfessabili con l’unico scopo di generare grande confusione. Pura fantasia, mentre qui parliamo di aritmetica: numeri, costi, sostenibilità. Questo è il piano sul quale dobbiamo confrontarci con serenità”.

Così il senatore Giovanni Piccoli replica all’amministrazione comunale di Ponte nelle Alpi sul caso Ponte Servizi.

“Nei giorni scorsi ho chiesto al Comune di Ponte nelle Alpi di fare luce sulla sostenibilità del sistema di raccolta: una richiesta legittima anche alla luce dell’interrogazione molto dettagliata fatta dalla consigliera Daiana Broi. Di tutta risposta, il sindaco Vendramini e l’assessore Orzes sposano una tesi complottista, facendomi capofila di chissà quale operazione dimenticando che ogni decisione sui rifiuti – a livello provinciale – sarà presa dai sindaci”.

“In realtà un’operazione “trasparenza” da parte del Comune ha senso proprio ora proprio perché siamo alla vigilia di una stagione di decisioni importanti per il costituendo Ato e quindi per il nostro territorio”, sottolinea Piccoli. “Capire quanto funziona il “modello Ponte” sarà utile a tutti gli altri sindaci per prendere una decisione argomentata e serena. Ripeto, zero fantasie, solo aritmetica”.